#17 – I costi

Da esseri umani interpretiamo tutti ruoli diversi. Ma ci capita anche di vestire gli stessi panni, in alcune circostanze.
Per esempio, a prescindere dalla nostra occupazione e dal nostro modo di essere, siamo tutti dei consumatori.
In quanto tali, cerchiamo sempre le offerte migliori e i servizi di alto livello.
Una delle cose a cui pensiamo spesso, magari quando stiamo per acquistare uno specifico prodotto/servizio è: “Quanto costa?”, “Il prezzo è conveniente?”, “Potrei trovare la stessa cosa, altrove, a un prezzo minore?”
Ecco, la discussione sui costi mette proprio tutti d’accordo.
Anche quando si parla di investimenti uno degli argomenti più delicati ha a che fare proprio con i costi. È sicuramente un elemento essenziale da tenere in considerazione, ma è solo uno dei tanti.
Tutti siamo interessati a sapere se “conviene” affidarci a un dato servizio, esattamente come ti dicevo prima. Ma molti consumatori si lasciano influenzare anche da elementi non validi.
Pensano in automatico che un servizio sia caro, senza però valutare la qualità dell’offerta.
O ancora, pensano in automatico che un prodotto sia troppo costoso: ma senza valutare il valore delle materie prime usate, per esempio. 
Molti clienti si chiedono addirittura se sia giusto sostenere un certo costo per collaborare con un consulente finanziario.
Ma si può davvero ridurre tutto a una cifra? 
No: perché è essenziale capire cosa si nasconde dietro al prezzo stesso. 
Ne ho parlato anche nella puntata numero #17 del podcast #Birdie, insieme a Franco Piras: uno straordinario protagonista del golf mondiale che ha confermato che anche in questo sport il rapporto tra prezzo e qualità è molto importante.

Le 10 domande da fare (ma che nessuno fa) a un consulente finanziario

Compila il form e ricevi il tuo file