#13 – Evitare di perdere la bussola

Quanto sarebbe bello non essere mai vittime dell’incertezza?
Ciò vorrebbe dire avere sempre le idee chiare, non lasciarsi confondere dalle emozioni e dai pensieri irrazionali e avere sempre ben presente la direzione da seguire.
Un mondo incantevole che, tuttavia, non è così facile da costruire. In effetti, in alcuni casi: l’incertezza regna sovrana e incontrastata.
Accade spesso anche agli investitori: prendono decisioni che credono ponderate ma poi, all’improvviso, succede qualcosa e mettono tutto in discussione.
Come se non avessero lavorato bene.
Come se si sentissero responsabili per non essere riusciti a gestire anche avvenimenti avversi.
Qualche esempio?
Pensa a ciò che è successo a marzo 2020 con il Coronavirus, nel 2008 con il fallimento di Lehman Brothers o nel 2001 con l’attacco alle Torri Gemelle.
Tre eventi imprevedibili, che hanno scosso tutti e che hanno avuto un grande impatto: nelle nostre vite e anche sui mercati finanziari.
È proprio in momenti come questi che non si dovrebbero perdere di vista gli obiettivi finali. 
È proprio in momenti come questi che non si dovrebbe lasciarsi sopraffare dalla cosiddetta “paralisi da analisi”:
Analizzare ogni dato passato, presente e futuro;
Lanciarsi in previsioni;
Provare a trovare spiegazioni e risposte.
Non funziona esattamente così.
Ne ho parlato nella puntata numero #13 del podcast #Birdie insieme a Stefania Croce: una grande professionista di golf che mi ha spiegato quanto sia necessario affidarsi alla propria lucidità e reagire a tutte le possibili situazioni, anche quelle più difficili.

Le 10 domande da fare (ma che nessuno fa) a un consulente finanziario

Compila il form e ricevi il tuo file