#11 – Ancoraggio

Quante volte ti è capitato di prendere una decisione valutando una specifica caratteristica di quell’esperienza o di quel prodotto?
A molti, per esempio, basta il prezzo: se conviene acquistare qualcosa a “quel prezzo”, procedono nella loro esperienza.
Ma c’è anche chi, per esempio:
• Prima di prenotare in un nuovo ristorante legge le recensioni di chi ha già provato quella cucina;
• Prima di leggere un libro ne cerca la trama su Google;
• Prima di acquistare un prodotto su Amazon guarda le foto e le recensioni degli altri acquirenti.
È un fenomeno molto comune, si chiama ancoraggio.
Il concetto di ancoraggio si riferisce a una tendenza ben precisa: collegare o “ancorare” i propri pensieri a un punto di riferimento.
Nella vita quotidiana si incappa spesso in questo meccanismo ma è nel mondo finanziario che diventa una vera e propria trappola mortale.
Gli investitori si ancorano a titoli, settori e prezzi senza tenere in considerazione il contesto e quindi il mercato.
Per esempio, molti si comportano così: sviluppano l’abitudine di puntare tutto sullo stesso settore o, addirittura, su uno stesso titolo.
Ma non funziona così.
Sarebbe come voler usare sempre lo stesso bastone nel golf: a prescindere dal tiro, dalla distanza e dalle condizioni del campo.
Una vera follia.
Per questo, ho deciso di parlare di ancoraggio nella puntata #11 del podcast #Birdie. Mi sono confrontata con Flavio Siccardi, direttore di circolo e arbitro nazionale che di ancoraggio ne sa qualcosa…

Le 10 domande da fare (ma che nessuno fa) a un consulente finanziario

Compila il form e ricevi il tuo file